Archive for the ‘EFT Emotional Freedom Techniques’ Category

In viaggio con l’A.R.T…

martedì, 8 Maggio, 2012


viaggio 2012 art

…lungo un anno di attività!

 

In vista dell’Assemblea Generale dell’A.R.T. che si terrà il 27 maggio prossimo, la Presidenza ha redatto la relazione sulle attività svolte dall’Associazione. Ci fa piacere condividere non solo con i membri dell’Associazione ma anche con tutti gli amici che ci seguono sul web questo resoconto. Per questa ragione abbiamo deciso di pubblicarlo suddiviso in due parti e correlato da immagini e video che raccontino insieme alle parole un anno con l’A.R.T. Di seguito trovate la prima parte, mentre la seconda sarà on-line da venerdì 11 maggio.

art cure palliative

Relazione della presidenza in nome del Comitato Direttivo dell’A.R.T.
all’Assemblea Generale del 27 Maggio 2012

Resoconto delle attività svolte dall’A.R.T.
dall’ultima Assemblea Generale dell’8 MAGGIO 2011

 

Progetto culturale Ricordati che devi vivere: video, promozione, pagine dedicate sul web


libro cure palliativeAnche quest’anno siamo state costantemente al lavoro per divulgare il libro testimonianza Ricordati che devi vivere, che conoscete ormai bene, dedicato alla storia di Marilù Barontini, convinti che rappresenti uno strumento utile per altre persone malate, per le loro famiglie e per gli operatori, oltre che per chi affronta un lutto.

Nelle numerose occasioni in cui il libro è stato presentato (congressi nazionali ed europei, presentazioni pubbliche, video, conferenze…), tante realtà socio – sanitarie e associazioni di volontariato ne hanno constatato il valore e l’utilità.

Da lì il desiderio di distribuire alcune copie alle famiglie, ai malati stessi e, riconoscendolo come un importante strumento di formazione e riflessione, anche agli operatori e ai volontari. Purtroppo, molte realtà socio-sanitarie non hanno la disponibilità finanziaria per acquistarne il numero di copie desiderato.

Per questo motivo abbiamo pensato di incrementare la distribuzione del libro proponendolo alle aziende come dono solidale nel periodo natalizio attraverso la formula “Dai 1 prendi 5”: la proposta permette, versando un importo minimo per l’acquisto di alcun copie del libro, di fare una donazione all’A.R.T. Su ogni copia è stata apposta (se desiderio delle aziende) un’etichetta con la dicitura “dono della ditta xxxx” con tutti i riferimenti e i recapiti dell’azienda.

Le copie sono state donate a hospice, associazioni di cure palliative, reparti ospedalieri, case di riposo, volontari di accompagnamento… scelte dall’azienda o dall’A.R.T. In alcuni casi, l’azienda ha scelto di tenere per sé le copie del libro per donarle ai propri clienti.

L’idea si è rivelata  un modo nuovo e utile per proporre alle aziende sostegno alla nostra associazione. Così abbiamo deciso di estendere la proposta non al solo periodo natalizio ma renderla una possibilità concreta e poco impegnativa economicamente per fare solidarietà ed offrire un supporto concreto a persone che affrontano situazioni difficili.

COME PUOI AIUTARCI?

Se conosci piccole o grandi realtà (enti locali, aziende, imprese famigliari, negozi, artigiani…) sottoponigli la nostra proposta “Dai 1 prendi 5”. Richiedici il depliant illustrativo (possiamo inviarlo via mail in Pdf oppure in versione cartacea) in cui trovi sintetizzate tutte le informazioni. Se trovi una o più realtà interessate i membri del CD sono poi a disposizione per spiegare ogni dettaglio personalmente e prendere accordi in merito.

 


11 Novembre 2011: XI Giornata Nazionale contro la Sofferenza Inutile della Persona Inguaribile, Estate di San Martino


giornata nazionale cure palliativeCome ogni anno l’A.R.T. ha partecipato attivamente alle celebrazioni della Giornata Nazionale contro la Sofferenza Inutile della Persona Inguaribile. In occasione dell’11 Novembre 2011, l’Associazione si è concentrata sulla campagna di raccolta firme indetta dalla Federazione Cure Palliative.

Il tema pensato per il 2011: Sosteniamo le cure a casa

Le cure palliative a casa sono possibili, consentono un uso appropriato delle risorse pubbliche, sono preferite da molti malati e devono quindi crescere. Però, assistere al domicilio il proprio congiunto, benché con il supporto dell’équipe curante e l’appoggio dei volontari, costituisce per la famiglia un impegno assai rilevante che si fa via via più intenso con il progredire della malattia. Ecco perché ognuna di queste famiglie ha bisogno di una dote economica che le aiuti.

Da qui, l’avvio della raccolta firme per valorizzare la famiglia che decide di prendersi cura del malato inguaribile nella propria abitazione chiedendo al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, al Ministro della Salute e ai Presidenti delle Giunte Regionali, l’istituzione di un bonus mensile che renda attuabile questa coraggiosa scelta.

Le volontarie dell’A.R.T. hanno istituito dei banchetti in città e nella provincia per sostenere e raccogliere firme compiendo in parallelo un opera di sensibilizzazione sul tema. Sono stati inoltre coinvolti diversi membri dell’Associazione che si sono impegnati al fine di raccogliere firme nelle proprie realtà di riferimento. Le firme raccolte in tutto dall’A.R.T. sono state 800

 

 


Seminari “EFT, scopri l’energia di guarigione”

12 – 13 Febbraio (1° livello) 2 – 3 luglio (2° livello),  1 – 2 ottobre (1° livello)


EFT seminario piacenza gruppoDopo il successo del primo seminario sul metodo Emotional Freedom Techniques EFT, abbiamo riproposto, a Piacenza, due edizioni del corso di primo livello e un’edizione del secondo livello. La docente, Geneviève Gagos, formatrice EFT in Francia ed EFT Cert II da Gary Craig, fondatore del metodo, ha guidato le giornate formative dedicate a spiegare i principi base del metodo EFT in accordo con le direttive internazionali di Gary Craig. I seminari si sono svolti in francese con traduzione simultanea in italiano, oltre alla codocenza, a cura della dr.ssa Amanda Castello.

Il metodo EFT è stato presentato con una parte teorica e una parte pratica. L’A.R.T. è davvero soddisfatta dell’interesse suscitato dalla formazione su questa nuova tecnica. Le due edizioni del seminario hanno visto coinvolte circa 40 persone, provenienti da varie provincie italiane e francesi (Cervia, Varese, Piacenza, Bons en Chablais…) e dalle professioni diversificate (medici, psicologi, infermieri, commercianti, commercialisti, dipendenti pubblici, operatori olistici, pensionati, massaggiatori…). Ad accomunarli è stato il desiderio di apprendere una tecnica semplice ed efficace, applicabile su problematiche diverse, sia di natura fisica che emozionali.

Di particolare rilievo per l’A.R.T. la partecipazione di operatori sanitari (medici, infermieri, fisioterapisti e psicologi) interessati a proseguire nel percorso formativo sul metodo EFT al fine di poterlo utilizzare per un miglior accompagnamento dei pazienti e delle famiglie.

In diverse situazioni inoltre la formazione al metodo EFT è stata applicata nel percorso di elaborazione del lutto con risultati importanti.

 

Partecipazione a corsi, conferenze e convegni


26 – 29  Ottobre 2011: XVIII Congresso Nazionale Società Italiana di Cure Palliative SICP

 

congresso nazionale cure palliative

Il Congresso Nazionale SICP, svoltosi a Trieste dal 26 al 29 Ottobre 2011, è stato, come ogni anno, una grande occasione di scambio,condivisione di percorsi ed esperienze, riflessione comune ed incontro. 1462 sono state le persone presenti tra medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti, assistenti sociali, volontari, operatori socio sanitari e altre figure professionali che fanno parte dell’équipe multidisciplinare di cure palliative.

L’A.R.T. vi ha preso parte con una sua delegazione composta dalla dr.ssa Francesca Volta e dalla dr.ssa Lucia Tagliaferri, membri del Comitato Direttivo.

La partecipazione dell’Associazione è stata, come sempre, attiva, grazie alla presentazione di progetti e iniziative all’interno delle diverse sessioni congressuali. I lavori proposti nell’edizione 2011:

  1. All’interno della sessione poster, l’A.R.T. ha presentato “C’è una storia ricca di emozioni che voglio raccontarti…” avente ad oggetto il nostro volume “Ricordati che devi vivere”. La grande partecipazione del pubblico a questa sessione è un’ulteriore riprova che il libro sia un prodotto unico nel suo genere. Ogni volta che la storia di Marilù viene raccontata, suscita interesse ed emozione costituendo un’importante occasione per la divulgazione del lavoro dell’A.R.T.
  2. All’interno della sessione video, l’Associazione ha proposto “A teatro con l’A.R.T. per raccontare le cure palliative pediatriche”. Il video mira a presentare lo spettacolo teatrale Brevissima Storia di una bambina e di una gatta che volevano vivere aggrappate alla luna, tratto dall’omonimo libro del dott. Giampietro Scalia, realizzato dall’A.R.T. in occasione della Giornata Nazionale contro la Sofferenza Inutile della Persona Inguaribile 2010  a Piacenza. Lo spettacolo, come saprete dalla relazione della Presidente dello scorso anno, ha avuto un enorme successo ed ha toccato anche i giovani partecipanti delle scuole piacentine. Per questo motivo abbiamo voluto realizzare un video che raccontasse l’iniziativa, mostrando la scelta dell’A.R.T. di cercare canali non convenzionali per sensibilizzare sul tema delle cure palliative.
    Potete vedere il video su youtube:
    http://youtu.be/FnkxnovIdQM

Nelle due giornate precedenti il Congresso, Lucia Tagliaferri e Francesca Volta hanno preso parte ad un evento importante per le Associazioni di volontariato: il corso “Etica ed economia del non profit: dal bilancio sociale al fundraising” a cura della Federazione Cure Palliative.

La formazione si è rivelata utile e illuminante sia rispetto alla raccolta fondi, sia per quanto riguarda la vita delle associazione e la loro capacità di radicarsi e di avere una forza concreta sul territorio in cui operano.  Un corso molto ricco, nel quale sono stati alternati momenti di lezione frontale a testimonianze e project work per mettere a confronto le diverse esperienze del pubblico presente.

 

28 – 30  Giugno 2011: I° Congresso Francofono di Accompagnamento e Cure Palliative

 

congresson internazionale cure palliative

Martine Nectoux, membro del Comitato Scientifico, con Amanda Castello

La dr.ssa Amanda Castello è stata invitata al 1° Congresso Francofono di Accompagnamento e Cure Palliative svoltosi alla fine di giugno 2011, e ha tenuto l’intervento “Malattia inguaribile e lutto: l’esperienza italiana Padì – A.R.T. destinata ai giovani.

Organizzato dalla Società Francese di Cure Palliative e Accompagnamento SFAP, l’importante evento internazionale si è sviluppato lungo un programma ricco di interventi dall’alto valore scientifico e culturale. Tema cardine del Congresso è stato “l’incontro delle nostre diversità come momento di scambio”.

Quasi 2900 i partecipanti arrivati da molte parti del mondo: Francia, Belgio, Svizzera, Lussemburgo, Canada, Mali, Congo Brazzaville, Repubblica Democratica del Congo, Guinea, Africa, Tunisia, Marocco, Libano, Cambogia, Romania… ma anche da Gran Bretagna, Germania, Danimarca e Italia.

L’A.R.T. è stata l’unica onlus italiana ad essere stata invitata, oltre per il lavoro unico che sviluppa con i ragazzi delle scuole con Padì, anche grazie ai rapporti che la dr.ssa Castello ha da sempre intrattenuto con la rete di cure palliative francesi, in particolare con JALMALV (Jusqu’à la Mort Accompagner la Vie) e la SFAP (Società Francese di accompagnamento e Cure Palliative), sviluppatasi con il sostegno dell’allora Presidentessa di JALMALV Ile-de-France, Madame Chantal Catant, tra le fondatrici del movimento delle cure palliative in Francia, che , ricordiamo, è membro della nostra Associazione.

Anche per il 2012 abbiamo il piacere di annunciare che l’A.R.T. è stata invitata a prendere parte al Congresso Nazionale della SFAP che si terrà a Strasburgo dal 27 al 30 Giugno. Amanda Castello presenterà anche in questa occasione una relazione sul sostegno ai più giovani attraverso il progetto A.R.T. Padì Parole Discrete.

 

3 dicembre 2011: Giornata del volontariato a Piacenza

Locandina_GV2011_1In occasione dell’Anno Europeo del Volontariato lo Svep (Centro servizio per il volontariato) di Piacenza ha organizzato una giornata del volontariato a Palazzo Gotico a Piacenza. Tutte le associazioni di volontariato di Piacenza si sono ritrovate a condividere una giornata all’insegna dello scambio e della solidarietà. È stata un’occasione che ha permesso di stringere rapporti e divulgare il lavoro dell’A.R.T.

Inoltre, le volontarie dell’A.R.T. hanno colto l’occasione per presentare la raccolta firme indetta dalla FCP Sosteniamo le cure a casa


 

 

 

 

 

 

Appuntamento a venerdì 11 Maggio per la seconda parte del viaggio con l’A.R.T. tra le attività dell’anno!

 

EFT: ce ne parla Gary Craig

giovedì, 15 Settembre, 2011

Cos’è l’EFT?

Su che problematiche può essere applicato?

Quali benefici?

Ce ne parla Gary Craig, ingegnere di Stanford, fondatore del Metodo, in questo video.

 

 

Per chi conosce l’inglese, suggeriamo una visita alla pagina del sito www.emofree.com dedicata ai video. Se ne trovano diversi su varie tematiche, tra cui alcune molto interessanti per i professionisti sanitari. Ad esempio, l’EFT utilizzato per il dolore cronico, la sindrome da stanchezza cronica, i disordini post traumatici da stress…

 

seminario emotional freedom techniques EFT

Il Depliant del Seminario sul metodo Emotional Freedom Techniques EFT

Questa formazione si rivolge:

– a persone interessate al proprio sviluppo personale;
– alle persone che lavorano nella relazione d’aiuto;
– al personale curante;
– ai privati desiderosi di imparare una tecnica al 100% naturale, rapida ed efficace per stare meglio, che possono applicare poi da soli e in ogni momento della giornata.

I partecipanti durante il seminario hanno l’occasione di:

* conoscere i principi teorici sui cui si fonda EFT
* imparare la tecnica
* mettere in pratica il metodo EFT in situazione protetta, con la guida dell’insegnante, su varie tipologie di problemi (dolori fisici, problemi emotivi, stress, ansia, dipendenze ecc.)
* svolgere varie esercitazioni, da soli e in gruppo
* confrontarsi con le docenti in merito a difficoltà o dubbi riscontrati nell’applicazione del metodo.

Con la formazione di livello I si è in grado di utilizzare il metodo EFT correttamente, sia per se stessi che per le persone care. Nel corso del seminario, l’occasione di praticare l’EFT permette di ottenere già i primi risultati. Le nuove competenze acquisite possono essere utilizzate immediatamente .

Nota: la pratica dell’EFT non si sostituisce ai consigli del proprio medico e non si deve smettere di prendere medicinali senza consulto medico.

Le iscrizioni a Seminario sono aperte fino al 19 settembre 2011.

Il seminario è a numero chiuso, pertanto quando sarà raggiunto il numero massimo di partecipanti verrà creata una graduatoria in base all’ordine di arrivo delle iscrizioni. Chi fosse interessato a saperne di più o a iscriversi, può contattare l’A.R.T. al numero 0523 917686 oppure artlabagnata@gmail.com

Maggiori dettagli su www.artcurepalliative.com/blog

EFT: una risorsa preziosa per il personale curante

martedì, 13 Settembre, 2011

EFT personale curante

Per i professionisti sanitari l’EFT Emotional Freedom Techniques sta diventando nel mondo uno strumento complementare sempre più importante. Se in Italia siamo ancora un po’ indietro, molti si stanno formando e cominciano ad associare l’EFT alle loro competenze specifiche.

Negli Stati Uniti, dove è nato, e in Canada, l’EFT si è ampiamente diffuso e non si contano più i summit, i corsi, gli incontri formativi e le strutture (ospedali e cliniche del settore pubblico e privato) che utilizzano con regolarità il metodo. Anche in Europa l’EFT si sta affermando. L’Inghilterra, la Francia e il Belgio sono attualmente tra i paesi più attivi. In America Latina si è costituita la Asociación Hispana de EFT (AHEFT), già riunitasi in varie occasioni (Cile, Messico, Madrid…)

Vogliamo condividere con voi un’intervista ad un’oncologa messicana, la dr.ssa Karla Gòmez Marquez, dell’Ospedale Pediatrico di Oaxaca che illustra il lavoro benefico dell’EFT con giovani pazienti oncologici. E’ in spagnolo, ma si riesce a comprendere l’essenziale.

 

 

In questo secondo breve video, Emirel Cruz, infermiera dello stesso reparto, racconta l’utilizzo costante dell’EFT con i più piccoli ospiti dell’ospedale.

 

Entrambi i video sono realizzati all’interno del Progetto Oaxaca, destinato ai piccoli pazienti oncologici, portato avanti da Deborah Miller.

Anche se il vostro settore di attività professionale non è l’oncologia,  ci sembra utile segnalarvi questa testimonianza sull’importanza dell’EFT come supporto terapeutico anche in settori delicati e complessi come l’oncologia pediatrica.

 

La formazione sul metodo EFT per i professionisti socio-sanitari in Europa


EFT-emotional freedom techniques italia

In Europa abbiamo la chance di poter contare su alcuni terapeuti e insegnanti formati al metodo di Gary Craig e certificati da lui stesso. Tra questi, Geneviève Gagos è l’unica in Francia e in Italia ad avere raggiunto la certificazione II.

Si sta dedicando, da due anni a questa parte, esclusivamente alla formazione del personale sanitario in Francia e nei Dipartimenti francesi d’oltremare.

Ha accettato con piacere l’invito dell’A.R.T. a tornare in Italia per la quarta edizione del Seminario di livello 1 sul metodo EFT che si terrà presso la sede dello SVEP, Centro Servizi per il Volontariato, in Via Capra 14/c a Piacenza, Sabato 1 e Domenica 2 Ottobre 2011. Una grande opportunità per tutti, professionisti socio-sanitari compresi.


seminario emotional freedom techniques EFT

Il Depliant del Seminario sul Metodo Emotional Freedom Techniques EFT

 

 

Il seminario “EFT Scoprite l’Energia di guarigione” è organizzato dall’Associazione Paulo Parra per la Ricerca sulla Terminalità – A.R.T. in collaborazione con l‘Ecole EFT France.

La formazione di livello 1 è destinata anche ai professionisti socio -sanitari interessati a formarsi al metodo EFT per poterlo utilizzare come complemento all’interno della loro attività.

Alle precedenti edizioni hanno preso parte numerosi medici, infermieri, psicologi e terapeuti che seguono vari approcci. Nel seminario sul metodo EFT organizzato dall’A.R.T. nel febbraio scorso, ad esempio, c’è stata una significativa partecipazione degli operatori della dialisi e nefrologia: un primario, una caposala e due infermiere case manager.

In Francia, già da tempo, interi reparti o équipe medico sanitarie hanno seguito specifiche formazioni con Geneviève Gagos. “Ho avuto il piacere di formare il personale di una clinica psichiatrica e lo staff di un carcere in Martinique” ci spiega “e noto con soddisfazione che ai miei seminari di EFT partecipano sempre più medici di varie specializzazioni”.

Come scrive Gary Craig “Siamo solo al pianoterra di un grattacielo composto da molti piani di guarigione”. L’EFT è una disciplina in costante evoluzione che sta prendendo piede nel mondo intero e che merita di essere seguita e sperimentata con costanza.

E’ bene specificare che il primo livello rappresenta per chi desidera formarsi come professionista del metodo EFT solo la prima tappa di un iter ben più lungo ed articolato. L’intero percorso sul metodo comprende tre livelli, accompagnati da una supervisione costante e obbligatoria da parte di professionisti. Questa è la scelta didattica dell’Ecole EFT France, di cui l’A.R.T. ha sposato la serietà e la correttezza pedagogica. In Italia non tutti i percorsi formativi sull’EFT sono così seri e rigidi. L’A.R.T. crede fortemente che sia necessaria una formazione approfondita, esperienziale e certificata se si vuole preparare professionisti in grado di utilizzare il metodo al meglio, evitando improvvisazioni rischiose. La linea scelta dall’A.R.T. risulta apprezzata e condivisa dai numerosi professionisti presenti nelle scorse edizioni. “EFT è una pratica semplice ma non banale, che si può integrare perfettamente e può essere d’aiuto alla professione del curante. Ho appreso bene la metodologia e ora sento il bisogno di continuare la formazione per padroneggiarla con competenza qualificata” ha commentato un medico piacentino durante la 3° edizione.

Séverine, psicoterapeuta infantile francese, partecipante al corso EFT a Febbraio 2011, osserva: “spesso mi trovo di fronte a bambini che hanno blocchi e non avanzano con la terapia. Credo che EFT in questi casi possa essere di grande aiuto per far uscire i bambini dalla loro sofferenza, a patto che sia applicato con competenza da un terapeuta preparato.”

Le iscrizioni a Seminario sono aperte fino al 19 settembre 2011. Il seminario è a numero chiuso, pertanto quando sarà raggiunto il numero massimo di partecipanti verrà creata una graduatoria in base all’ordine di arrivo delle iscrizioni.

Per maggiori informazioni:

DEPLIANT DEL  SEMINARIO

MODULO DI ISCRIZIONE